Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
1.1. TI INVITO A UN VIAGGIO - Stefano
1.2. Charles Baudelaire
1.3. Rimbaud
1.4. Un Elogio alla Passione
1.5. Dormono sulla collina
1.6. Il Sogno
1.7. Un grido contro il potere
1.8. La poesia di Pazienza
1.9. Qualcosa di mio
2.01.ELIZABETH - Letteratura al femminile
2.02. Isabella di Morra
2.03. Elizabeth Barrett Browning
2.04. Sylvia Plath
2.05. Emily Brontë
2.06. Florbela Espanca
2.07. Sibilla Aleramo
2.08. Eleonora De Fonseca Pimentel
BACHECA
Bibliografia e fonti
Il SurjaForum
L'ANGOLO DELLE FAVOLE
SALOTTO LETTERARIO



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
2.5. Essenza - percorso 3 (o della conoscenza)

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
"Scelgo la conoscenza" disse Marcello, "chissà non mi torni utile nella vita!"

Improvvisamente egli si ritrovò più vecchio, diverso dal ragazzo che aveva incontrato la vecchia. Sentiva quel mutamento naturale: lo studio l'aveva cambiato a fondo. Una curiosità morbosa s'era sviluppata in lui; l'ansia di capire com'è composta la natura del pensiero s'era impossessato interamente della sua attenzione. Si muoveva come in trance: i numeri si agitavano nella sua mente, prepotenti, ossessivi. Chiedevano tutte le sue energie per essere seguiti nelle infinite combinazioni in cui s'intrecciavano.

Ricordava l'incontro con la professoressa Gaeta nel Laboratorio di Fisica dell'Università di Napoli.

Tutto era cominciato da lì, dal mastodontico computer che troneggiava nella sala: la luce del mezzogiorno estivo lo bagnava con strisce di luminoso pulviscolo. Le aveva chiesto d'insegnargli.

- Il fatto che tu non abbia basi si colma con molto studio. - Le aveva risposto la Professoressa. - E' una cosa lunga, ma tu hai scorza dura, vieni dalla campagna, sei abituato alla fatica ... Alla fine potresti riuscire bene. Quello che devi chiederti è se hai un vero interesse alla scienza. Si deve diventare amanti dello studio, essere disposti a rinunciare al riposo, al gioco, a ogni divertimento. Quando ci si dedica alla ricerca, si è come schiavi, maniaci: il pensiero è sempre concentrato lì, a quel punto da superare, a quel calcolo che non riesce ... -

- Anche all'amore si deve rinunciare? - le chiese audace.

La dottoressa aveva sorriso, mostrando che dietro l'aria austera conservava il fascino femminile:

- Quasi del tutto, almeno per me che sono donna. Pochi uomini accetterebbero di non essere al centro dell'attenzione. La mia mente vive tra i numeri, le equazioni ... più lo studio è difficile, più ci si fissa lì; si vive altrove, insomma. -

- Io vorrei ... il suo aiuto, professoressa - aveva chiesto timidamente Aveva pensato: "Saprei amarla, io, senza distrarla dallo studio", ma non lo disse.

La professoressa aveva taciuto un poco. Appoggiata alla macchina, appariva tutt'uno con essa; sembrava essere una parte degli ingranaggi del calcolatore. Come donna, era estranea, irraggiungibile.

Infine, gli rispose:

- Va bene. Spero di non pentirmene. Sappi che rubo il mio tempo al riposo. Cominciamo domattina alle sei. Aspettami dietro l'istituto di Fisica, nel vicoletto che porta a Spaccanapoli. Lì c'e' una porticina, ho la chiave, entreremo da lì. - Marcello era diventato rosso; era emozionato! Studiò con lei per molti anni ... la corteggiò senza successo.

Era, tuttavia, diventato suo collaboratore alla facoltà di Fisica.

Ora stava andando a un importante colloquio con il professor Mussoli, un noto filosofo della scienza.

Da quando Edward Lorenz aveva scoperto "l'effetto farfalla"1, un lungo percorso era stato compiuto dal matematici e dai fisici. Anche la tecnologia era molto cambiata. Ora si usava il PC: uno scatolotto a colonna con dischi e schede. Sul monitor scorrevano i testi e le immagini prodotte dal calcolo binario, veloci, graficamente sempre più attraenti.

Con Mussoli voleva parlare della Scienza del Caos. Era rimasto molto colpito dalle scoperte di Edward Lorenz e da quelle di altri scienziati che stranamente, quasi negli stessi giorni studiando fenomeni diversi, avevano prodotto conoscenze simili. Mandelbrot, ad esempio, aveva creato i "frattali"2.

Va bene, la fisica dimostra (e calcola matematicamente) che imprigionare la Natura in poche e sicure regole, le cosiddette leggi, è un'illusione. Il vero comportamento della Natura sfugge a regole fisse; essa è soggetta al Caos. Cambiamenti improvvisi e imprevedibili sconvolgono le nostre previsioni.

Ciò appartiene, tuttavia, anche al comportamento umano? E l'amore segue le leggi del Caos? Sembrerebbe di sì a guardare l'innamoramento, ma poi, parrebbe di no, a osserva la stabilità di certi amori.

Mentre si recava allo studio di Mussoli, che fortunatamente era nella bella zona di Santa Lucia, ricordava i suoi falliti approcci amorosi con la professoressa Gaeta. Se poteva dimostrarle che anche la psicologia è caotica, poteva forse aprire la corazza del suo rigore. Qualche ruga nel frattempo era comparsa sul volto della professoressa a mostrare il correre del tempo .Marcello, a sua insaputa l'aveva spesso fissata: gli ricordava qualcuno... una vecchia... ma non riusciva a concentrarsi sull'immagine ... gli sfuggiva... La professoressa era lì, fredda e severa come sempre.

Mussoli lo accolse con garbo professorale. Marcello, dopo qualche convenevole, andò al nucleo della sua curiosità:

- Professore, la legge del Caos, può essere applicata ai sentimenti e alla psicologia dell'uomo? -

- Sì, certamente - rispose il professore - o pensa lei che l'uomo non sia parte integrante della natura, egli stesso "natura"? -

- No certo, però mi domando: in quale modo può influire il Caos? Se, ad esempio, una persona si prefigge una norma di comportamento, può poi controllare gli interventi casuali? -

- Caro amico, dovrei farle notare che Caos e Caso non sono la stessa cosa, ma qui bisognerebbe entrare in disquisizioni lunghe e noiose. Mi permetta solo di farle osservare: non le è mai capitato d'innamorarsi all'improvviso? Oppure di cambiare programma senza apparenti ragioni? Come non si può scientificamente prevedere il tempo, se pioverà o farà bello fra cinque giorni, così non si può fissare un comportamento con la certezza che lo seguiremo. -

- E su questo si possono dare delle prove, per così dire, "matematiche"? -

- Certo che sì, ma questo è compito di psicologi o meglio di sociopsicologi. Al filosofo basta speculare. Egli, del resto, non possiede gli strumenti del calcolo, ha solo il dono dell'intuizione e la saggezza della riflessione, oltre ovviamente alla conoscenza della storia del pensiero umano; nessuna riflessione può avere una vera utilità, se non scaturisce dalla conoscenza. -

Marcello, mentre tornava verso l'Università, meditava alle parole del professore, quando improvvisamente il Caos si manifestò nella materialità d'un mattone. Semplicemente, senza preavviso, esso cadde da un vecchio tetto e lo colpì al centro della testa.

Egli cadde obnubilato sul selciato della via.

Quando si risvegliò, vide Meda, che, terminata ormai la gradinata, lo conduceva ad attraversare un salone luminosissimo e a dirigersi verso un corridoio stretto e lungo che si apriva nella parete di sinistra.
© M.Floris - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare questo testo, anche parzialmente, senza autorizzazione.

______________________

1 - effetto farfalla:
la nozione che una farfalla che agiti le ali oggi a Pechino può trasformare sistemi temporaleschi il mese prossimo a New York. (pag. 14. CAOS di James Gleick - Biblioteca Scientifica Sansoni)

2- frattali:
(da frangere), suddivisione successiva dei lati d'una figura o curva di Kock (fioco di neve) - pag.101 - ibidem
Torna alla Mappa >>>


Hai scritto una o più favole...
...e ti piacerebbe vederle pubblicate qui?
Scrivici!



Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui


Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.
Non dimenticare di iscriverti alle
NewsLetter del SurjaRing!


Vuoi un regalo dal SurjaRing? clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.